LEGGE PROFESSIONALE: 19 DICEMBRE ULTIMA CHIAMATA

Forse c’è una speranza per quanto espresso dall’Avvocatura al Congresso Nazionale Forense con la approvazione a larga maggioranza della mozione a favore della promulgazione nella presente Legislatura della Riforma Professionale Forense.

 

Negli ultimi scapoli di legislatura al Senato è in atto una corsa contro il tempo che dovrebbe salvare la riforma forense.

 

La notizia dell’ultim’ora reca che è stata stabilita una convocazione dell’aula di palazzo Madama per mercoledì 19 per dare modo ai senatori di approvare l’ordinamento delle professioni forensi.

 

“Su quest’ultimo provvedimento che torna al Senato in terza lettura- spiega il capogruppo Udc Gianpiero D’Alia- abbiamo chiesto alla commissione Bilancio di dare il nulla osta in modo da riuscire a portare in aula” prima dello scioglimento delle Camera “anche la riforma delle professioni forensi”.

 

Poi Palazzo Madama chiuderà i battenti.

Marco De Fazi

L'Avvocato Marco De Fazi, classe 1961, si è laureato nel 1986 ed si è abilitato alla professione nel 1990: è cassazionista dal 2002 e lavora nello studio associato di famiglia. Ha ereditato dal padre, Avv. Walter De Fazi (mancato nel 2011 dopo 60 anni di professione), la passione per la responsabilità civile. Ha fatto parte di commissioni di studio consiliari ed associative, ed è stato per dieci anni il rappresentante italiano del network europeo PEOPIL (Pan-European Organization of Personal Injury Lawyers). Parla e scrive fluentemente inglese ed in misura più scolastica francese. Ha fatto parte della Commissione per l'esame di Avvocato 2007 ed è membro storico del Direttivo dell'Associazione Forense Emilio Conte, di cui ora è il presidente. Membro attivo della NIABA, associazione USA di avvocati italo-americani.

Lascia un commento