NUOVA MEDIAZIONE: CONVENZIONE PER ASSOCIATI AFEC

primavera forenseIl decreto legge “del fare” (in vigore dal 22 giugno 2013) ha reintrodotto la mediazione obbligatoria tra le parti per le controversie che vertono su determinate materie, modificando parzialmente la normativa preesistente che era stata dichiarata costituzionalmente illegittima (C.Cost. 6 dicembre 2012 n. 272). La disciplina entrerà in vigore decorsi 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge.

La nuova mediazione obbligatoria contiene, tra le altre novità:

– la presenza obbligatoria dell’avvocato, pena il rifiuto di omologazione del verbale;

– la riduzione del termine per svolgere la mediazione;

– la possibilità per il giudice di delegare le parti alla mediazione indicando l’organismo a cui rivolgersi;

– l’esclusione dalle materie interessate del risarcimento del danno derivante da circolazione di veicoli e natanti;

– la previsione di un primo incontro di programmazione in cui il mediatore verifica con le parti le possibilità di proseguire il tentativo di mediazione.

A fronte di questa rinnovata attualità della esigenza di ricorrere all’istituto della mediazione, l’Associazione Forense Emilio Conte ha ritenuto di stipulare una convenzione a beneficio dei propri associati, al fine di rendere meno oneroso (economicamente) l’utilizzo di questo strumento, con uno degli organismi più affermati ed affidabili del panorama capitolino, l’Associazione Primavera Forense.

In sintesi il vantaggio per gli associati, una volta verificata l’effettività della loro appartenenza all’AFEC, si concretizza nell’opportunità di essere esonerati dai costi dei compensi per i mediatori – in più di un caso non certo irrilevanti -, limitandosi gli esborsi ai soli costi di avvio di procedura (40+IVA), ai costi delle convocazioni (5,20 per ogni parte convocata) ed al costo fisso di mediazione qualora la controparte aderisca (60+IVA).

Siamo certi di aver fornito una opportunità ai Colleghi nel nostro progetto di coltivare gli interessi di chi, come noi, ritiene necessario aggregarsi sotto un unico tetto per rendere, per una volta, l’unione uno strumento per migliorare la nostra quotidianità.

Per leggere il testo della convenzione clicca qui

Marco De Fazi

L'Avvocato Marco De Fazi, classe 1961, si è laureato nel 1986 ed si è abilitato alla professione nel 1990: è cassazionista dal 2002 e lavora nello studio associato di famiglia. Ha ereditato dal padre, Avv. Walter De Fazi (mancato nel 2011 dopo 60 anni di professione), la passione per la responsabilità civile. Ha fatto parte di commissioni di studio consiliari ed associative, ed è stato per dieci anni il rappresentante italiano del network europeo PEOPIL (Pan-European Organization of Personal Injury Lawyers). Parla e scrive fluentemente inglese ed in misura più scolastica francese. Ha fatto parte della Commissione per l'esame di Avvocato 2007 ed è membro storico del Direttivo dell'Associazione Forense Emilio Conte, di cui ora è il presidente. Membro attivo della NIABA, associazione USA di avvocati italo-americani.

Lascia un commento