LA RISPOSTA DELL’AVV. LIVIA ROSSI ALLE DONNE DI AGIRE ED INFORMARE

LIvia_CriCare Donne di Agire e Informare,

se non vi foste trincerate dietro l’anonimato di una sigla, avrei gradito rispondervi personalmente.

Non solo a me, ma a tante altre Colleghe è venuto perfino il dubbio che dietro l’anonimato non ci siano esponenti del gentil sesso, perché le donne, notoriamente, “ci mettono la faccia”.

Il “rossore” da cui siete improvvisamente affette, costituisce tipica sintomatologia della vergogna che si deve provare nel ridursi a meri strumenti elettorali  in mani  altrui.

Ho svolto quattro mandati consecutivi, eletta la prima volta poco più che quarantenne forse proprio in virtù di quelle decantate doti di impegno e rappresentatività, visto che non ho mai avuto il sostegno di coalizioni che garantiscono il voto a liste “blindate” né, tanto meno, ho mai usufruito delle cosiddette “quote rosa” in ordine alle quali ho già espresso il mio pensiero.

Questo scampolo di consiliatura non può aggiungere nulla alla mia esperienza ed alla mia gratificazione  professionale e istituzionale.

Ma sono un Avvocato, vivo nella legge,  per quella legge che ognuno di noi dovrebbe rispettare ed applicare a prescindere dagli interessi personali. L’indignazione, se mai, sta nel fatto che sia dovuto intervenire un giudice per sancire un principio la cui chiarissima  interpretazione non poteva sfuggire a chi, tra i propri compiti, annovera innanzitutto quello di garantire l’effettività della tutela dei diritti.

Mi auguro che l’impegno, le capacità e la rappresentatività di cui siete dotate vi vengano presto riconosciute, convinta – come sono- che le donne abbiano attitudini professionali ed istituzionali superiori agli uomini, spesso purtroppo tarpate dall’invidia e dal malanimo delle une verso le altre.

Mi aspetto, ovviamente, che ciò avvenga previa rinuncia, da parte vostra, alle garanzie previste dalla legge a tutela del genere.

Un cordiale saluto.

Livia Rossi

Livia Rossi

Livia ROSSI è nata a Roma il 26 agosto 1961. Nel 1989 si è iscritta nell’Albo dei Procuratori Legali e nel 1991 in quello degli Avvocati previo superamento del relativo esame. Dal febbraio 1999 è cassazionista. Dal 1986 al 1993 ha collaborato , come cultore della materia , con il Prof. SPASARI presso la terza Cattedra di diritto penale della Università “LA SAPIENZA”. Dal 2004 al 2011 è stata Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma con i seguenti incarichi : Coordinatore della commissione formazione permanente, Coordinatore della commissione per i rapporti internazionali, Coordinatore della commissione deontologica, Coordinatore della Conferenza dei Giovani Avvocati, responsabile dell’Ufficio Disciplina. Dal 2007 è membro della Commissione di Appello Federale della danza sportiva. Svolge attività professionale in materia penale prevalentemente in campo giudiziale. Dal mese di luglio 2011 è membro del Consiglio Direttivo della Scuola di Specializzazione nelle professioni legali presso l’Università Europea di Roma.

Lascia un commento