ORDINE DI ROMA: PROVVEDIMENTI EMERGENZIALI REALI IN FAVORE DEI COLLEGHI

NO A “PALLIATIVI” INUTILI CHE NON SERVONO A NULLA!

conte

Gentilissime Colleghe,

Gentilissimi Colleghi,

 

mi ero permesso di sottoporre alla Vostra attenzione – nelle precedenti settimane – l’assoluta necessità di pretendere che l’attuale Ordine di Roma desse corso a tutta una serie di provvedimenti straordinari, di natura emergenziale, che sarebbero potuti essere di reale supporto e concreto aiuto, per tutti noi, nel drammatico momento che vive la Nostra Categoria.

 

Questa iniziativa – e ciò mi ha reso profondamente orgoglioso – ha incontrato fortissimo apprezzamento da parte di tantissimi Colleghi, di importanti e “storiche” Associazioni Forensi, come AGIFOR, AFG, MOVIMENTO FORENSE, AVVOCATI PER L’EUROPA, AFEC, UDAI, ZALEUCO e AFOL, oltre che di autorevoli ex Consiglieri dell’Ordine.

 

Questo ineludibile “Movimento di Consenso” è cresciuto, di giorno in giorno, a dimostrazione di quanto sia sentita la necessità di iniziative finalizzate ad attenuare/ridurre le sempre più pressanti difficoltà legate alla nostra sofferente quotidianità.

 

A fronte di tutto ciò, il COA di Roma (nonostante tale proposta giunga da un componente della esigua “minoranza consiliare”) ha varato una “delibera” di riduzione del solo contributo per l’anno 2013 – peraltro supportata da una motivazione erronea ed inesatta da un punto di vista contabile – proprio per rispondere a quanto veniva richiesto a gran voce dai tantissimi Colleghi.

 

E’ chiaro ed evidente che siffatto provvedimento è del tutto insufficiente e non può e non deve essere l’unica risposta che l’ISTITUZIONE può dare ai propri iscritti.

 

E per questo, insisto perché vengano varati 3 provvedimenti “straordinari” di natura emergenziale, così sintetizzati:

1) azzeramento del contributo Iscrizione/Albo per gli anni 2013 e 2014 per tutti i Colleghi del Foro di Roma;

2) riduzione della tassa/contributo rilascio Pareri di Congruità del 50%, ovvero dal 2% all’1% sulla richiesta;

3) esonero “temporaneo” straordinario dalla Formazione per il biennio 2013 e 2014 per tutti i Colleghi del Foro di Roma, senza distinzione.
Questi provvedimenti, vieppiù compatibili/sostenibili con l’attuale “Cassa” e “Bilancio” consiliare, potranno essere varati immediatamente e saranno certamente ratificati ed approvati alla prossima Assemblea dell’Ordine in attesa di fissazione.

 

E’ doveroso ricordare che questo Consiglio resterà in carica sino al 31 Dicembre 2014, non in virtù di un suffragio elettorale di conferma, ma in forza della proroga “regalata” dall’entrata in vigore della nuova Riforma Forense lo scorso Gennaio.

 

Per questo l’attuale Istituzione ha il dovere di dare delle risposte concrete ai Colleghi, che valuteranno questa iniziativa, finalmente scevra dalle “solite” strategie elettorali ante voto.

 

Per avere conferma di questo indubbio “idem sentire” degli Avvocati romani, basterebbe recarsi, una mattina qualsiasi, durante le udienze. L’altro giorno, un Collega mi diceva: “questo è un momento dove abbiamo bisogno di avvertire alto e forte il sostegno del Consiglio e non abbiamo né tempo né voglia di lasciarci andare appresso ad iniziative culturali come “Le Passeggiate Romane” o film “leggeri” tipo “Pesce di Nome Wanda”, strangolati come siamo dalla crisi che ci attanaglia, da un Governo che non ci riserva alcun sostegno, da una Cassa che non ci agevola su nulla”.

 

Una parola in più mi parrebbe superflua.

 

Forse, i Colleghi apprezzerebbero di più 3 provvedimenti importanti, significativi e concreti, come quelli sopraindicati.

 

Grazie per l’attenzione.

 

Il mio più caro e cordiale saluto.

 

Antonio Conte

Antonio Conte

Antonio Conte nato a Roma il 30/8/63, successivamente agli studi classici, svolti al Convitto Nazionale Romano, ha conseguito laurea in Giurisprudenza a pieni voti, in data 22/7/88 presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università “La Sapienza” di Roma.
Ha ricoperto incarichi accademici, e precisamente ha collaborato con diverse Cattedre dell’Istituto Diritto Privato dell’Università “La Sapienza” di Roma, per un periodo di oltre 12 anni dal 1989 al 2001.
Per quanto attiene alla professione forense lo stesso è abilitato all’esercizio dal 31/10/1991.
Inoltre, ha esercitato la carica di Vice Pretore Onorario, presso la I° Sezione della Pretura Civile di Roma, via Lepanto 4, con ruolo personale confermato nel triennio 1994 - 1997.
Nel febbraio dell’anno 2000, il sottoscritto Antonio Conte è stato eletto Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma per il biennio 2000/2001, risultando il più giovane Consigliere mai eletto all’Ordine di Roma, con oltre 1.300 preferenze.
Altresì è stato eletto Delegato del Consiglio dell’Ordine di Roma negli ultimi tre Congressi Nazionali dell’Avvocatura e del Consiglio Nazionale Forense, sempre eletto a grandissima maggioranza dagli Avvocati Romani. Inoltre, sono stato per oltre due anni nel direttivo dell’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati), espressione qualificata della giovane Avvocatura Romana.
Eletto Consigliere dell’Ordine dal 2004 ad oggi, ricoprendo la carica di Segretario per quattro anni e Presidente per due.
Attualmente ricopre la carica di Consigliere essendo stato eletto con poco meno di 4000 voti nello scorso febbraio 2012.

Lascia un commento