OTTEMPERANZA DEL GIUDIZIO O VICEVERSA?

coa romaLa gestione Vaglio del COA di Roma inanella un’altra perla al suo non indifferente palmares.

Come saprete la delibera con cui era stato immesso nel Consiglio forense capitolino l’Avv. Caiafa al posto dell’Avv. Cerè, trasferita alla Cassa Forense in esito alla di costei vittoria elettorale, era stata annullata dal TAR.

Il Consiglio non aveva adottato alcun provvedimento, nonostante l’esecutività del decisum.

Anzi era ricorso al Consiglio di Stato, e ieri, in sede cautelare l’istanza veniva respinta e confermata l’esclusione dell’Avv. Caiafa ed il subentro della nostra Livia Rossi, in virtù della tutela del genere di cui alla riforma professionale.

Nonostante tale decisione, in dispregio totale della decisione dell’organo giurisdizionale, non solo non veniva adottato alcun provvedimento ma l’Avv. Caiafa era serenamente seduto al suo posto.

Ricordo a me stesso, prima che a tutti Voi, che l’inottemperanza ad un ordine di un Giudice costituisce reato.

E questo non è che un altro avvilente capitolo di questa consiliatura, per riassumere le cui gesta mi piace ricorrere a quanto oggi sintetizzato dall’Amico Domenico Condello, pensiero che condivido in toto.

Il presidente Mauro Vaglio, sono un perseguitato giudiziario: anche il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) si è permesso di respingere l’istanza cautelare dell’appello proposto“.

Leggi tutto
 

 

 

Marco De Fazi

L'Avvocato Marco De Fazi, classe 1961, si è laureato nel 1986 ed si è abilitato alla professione nel 1990: è cassazionista dal 2002 e lavora nello studio associato di famiglia. Ha ereditato dal padre, Avv. Walter De Fazi (mancato nel 2011 dopo 60 anni di professione), la passione per la responsabilità civile. Ha fatto parte di commissioni di studio consiliari ed associative, ed è stato per dieci anni il rappresentante italiano del network europeo PEOPIL (Pan-European Organization of Personal Injury Lawyers). Parla e scrive fluentemente inglese ed in misura più scolastica francese. Ha fatto parte della Commissione per l'esame di Avvocato 2007 ed è membro storico del Direttivo dell'Associazione Forense Emilio Conte, di cui ora è il presidente. Membro attivo della NIABA, associazione USA di avvocati italo-americani.

Lascia un commento